Sono venuto in possesso di uno dei prototipi “semidefinitivi” dello Sputnik di Gruman Watches
, nella sua versione solotempo e pertanto vi presento questa mia recensione del Gruman Sputnik. Ho avuto modo di polsarlo per una settimana circa, me lo sono studiato/ammirato e ne ho saggiato le qualità nell’uso quotidiano.

L’orologio che mi hanno inviato per essere recensito è questo:
Il “3 hands Blue

Introduzione alla recensione dello Gruman Sputnik

L’orologio è quasi ultimato, manca infatti solo il rotore inciso col marchio Gruman dorato.
Per quanto riguarda la carrure, la ghiera, il rehaut interno, il quadrante, le lancette, cinturino ed ardiglione, fondello e movimento, direi che è tutto assolutamente definitivo.

Ci tengo a precisare che le microrighe che potrete notare sul fondello, nelle fotografie, erano già preesistenti, ossia sono il frutto di un maldestro smontaggio da parte di chi lo ha recensito (evidentemente con scarsa attenzione nell’aprirlo) prima del sottoscritto.
Inoltre, trattandosi di una preserie, non mi è stato inviato con la sua scatola, ergo non posso pronunciarmi sul packaging ed il corredo.

Premessa importante è che il sottoscritto NON è affiliato, direttamente o indirettamente, con Gruman Watches.

Considerate pertanto la presente recensione come un mio vezzo personale, poiché non ho alcun guadagno né percepirò alcunché a scrivere questa recensione.

 

PRIME IMPRESSIONI

L’orologio mi ha subito stupito per la solidità che mi ha trasmesso. Il suo peso infatti si fa piacevolmente avvertire, indice che la cassa non sia vuota e che il movimento non sia assicurato alla carrure tramite il solito anello di ritenzione plastico.
Non potrei dire lo stesso, ad esempio, del mio Longines Master Collection Moonphase Chronograph che appena mi venne tra le mani, nonostante il meraviglioso design ed il quadrante guilloche davvero splendido, mi deluse non poco per via di una – a mio avviso – eccessiva leggerezza.


USO QUOTIDIANO

Nell’uso quotidiano l’orologio non mi ha dato noie e non si è rivelato scomodo o ingombrante sul mio polso da 17,5 cm di circonferenza, nonostante i suoi 44mm di diametro. Forse per via di un giusto mix tra spessore e curvatura della cassa che risultano alla fine inavvertibili al polso durante l’uso comune nelle classiche operazioni quotidiane.


LEGGIBILITA’

L’orologio si presenta immediato nella percezione e consultazione, come ho rilevato scrivendo la recensione del Gruman Sputnik. Gli indici si stagliano piacevolmente dal quadrante e sono sufficientemente luminosi, esattamente come le lancette, per garantire una consultazione notturna senza problema alcuno. La lancetta dei secondi rossa è quel tocco in più che dona sportività e consente di monitorare l’incedere del tempo con un colpo d’occhio istantaneo.

 

ANALISI TECNICA

Movimento

Sellita SW200-1 automatico, Swiss Made, declinato nella sua versione “elaboré”, ossia con le platine decorate a perlage e con la massa oscillante del rotore nera, anch’essa decorata con motivi concentrici. Al momento manca solo l’apposizione del logo Gruman che verrà inciso e riempito d’oro per risaltare sul fondo nero del rotore.

Per chi volesse scaricarsi la scheda tecnica dettagliata, la può prelevare in PDF, direttamente dal sito ufficiale Sellita, qui: http://www.sellita.ch/images/stories/documents/SW200_1_33_20150226.pdf

Questo movimento è il più diretto competitor dell’ottimo ETA 2824, infatti è stato scelto da Oris (che lo ha rinominato Oris 735) per equipaggiare i propri segnatempo. Ben altra qualità rispetto agli altri microbrands che per ragioni meramente economiche, optano (quasi) tutti per i più economici “muletti” Seiko NH-35 e Miyota 9015, entrambi senz’altro robusti ma qualitativamente non allo stesso livello di ETA e Sellita.
Qualora foste curiosi di leggere una comparativa tra l’SW-200 Vs l’ETA 2824, vi segnalo questo link: http://watchflipr.com/movements/sellita-sw200-vs-eta-2824-2/

Cassa

In acciaio 316L, anallergico e nickel free. Piacevole il design con le anse integrate alla carrure, con un design a metà tra il vintage ed il “disco volante”. La rifinitura prevede un’alternanza di satinature e parti lucidate a specchio che ne accentuano gli spigoli, la forma leggermente arcuata ed avvolgente sul polso e la bella tridimensionalità.
Per la mia esperienza, posso affermare senza problemi che la qualità delle rifiniture sia assolutamente analoga agli Hamilton, Longines, Glycine, Mido, Mondia, Oris, etc., il che non può che essere un ottimo passaporto per un giovane microbrand appena nato ma con ambizioni e potenzialità di rilievo.

Cristallo e fondello

sia il vetro anteriore che quello apposto sul fondello – a vista sul movimento – sono in robusto zaffiro sintetico, con doppio rivestimento anti-riflesso. Sono molto lieto di non denotare alcun viraggio cromatico verso il verde o verso il blu tipici di alcuni “coatings”. Questo inoltre non falsa il colore dello splendido e desueto quadrante sottostante.

Quadrante

è decisamente il punto di forza dello Sputnik. Presenta infatti una forte personalità grazie alla netta e percepibilissima tridimensionalità. Si è optato per un “pattern” che richiama le fusoliere imbullonate degli aviogetti e dei satelliti geostazionari. Devo complimentarmi per l’idea, che si dimostra davvero riuscita! La data è posizionata in una finestrella a ore 6, con buon pace per egli amanti dei layout simmetrici che mal digeriscono generalmente il datario alle 3.

Ghiera esterna

La base è in acciaio satinato e trattato PVD nero, con uno spettacolare inserto ceramico recante le 12 ore incise, per impostare un secondo fuso orario a vostro piacimento.

Rehaut interno

Ad azionamento bidirezionale tramite la coroncina a ore 2, anch’esso in ceramica e particolarmente ben frenato. Normalmente le lunette girevoli interne (vedi Seiko Alpinist o Longines Legend Diver) soffrono uno scorrimento “lasso” ossia sono molto cedevoli e ballerine. Ebbene, non è questo il caso…il che denota, ancora una volta, una grande attenzione ai dettagli ed alla fruibilità del pezzo.

Diametro

44 mm, corone escluse. Sulla sommità delle stesse è inciso il logo di Gruman (la corona di regolazione del tempo – a ore 4 – è avvitata, a maggiore garanzia di tenuta all’acqua).

Spessore

12.6 mm

Indici e lancette

ricoperti da un triplo strato di SuperLuminova C3, Swiss Made.

Interasse tra le anse superiore ed inferiore

50 mm

Impermeabilità

200 metri/660 feet/20 ATM

Misura anse cinturino

22 mm

Cinturino

22mm all’attacco cassa, che si restringe a 20mm all’ardiglione, in pelle di prima qualità, spessa e morbida. La fibbia rassomiglia per sagoma e design a quelle di IWC e reca inciso il logo Gruman.

 

VARIANTI

  • il solotempo è declinato in 2 varianti cromatiche. La nera e la blu di questa recensione.
  • il GMT è declinato in 4 varianti cromatiche. Nero, blu, grigio antracite ed argentè

EXTRA

E’ inoltre disponibile un delizioso extra, per ora in fase di valutazione, sulla base del numero di ordini ricevuti.
E’ il bracciale in acciaio, il cui design richiama gli specchi fotovoltaici dei satelliti geostazionari (vedi qui: https://www.grumanwatches.com/products/satellite-themed-custom-made-fully-machine-bracelet)
Non è al momento dato sapere se si ragginugerà il numero minimo di prenotazioni necessari ad avviarne la produzione ma, a quanto posso dire dai renderings, tengo le dita incrociate!


 PREZZI & SPEDIZIONE

  • solotempo a $ 440 USD (listino $ 690 USD)
  • GMT a $ 640 USD (listino $ 890 USD)
  • bracciale a $ 100 USD (listino $ 150 USD)
  • La spedizione internazionale ha un prezzo fisso di $ 30 USD e gli orologi verranno inviati dall’Olanda (quindi NO dogana!)

DIFETTI

L’orologio, a mio avviso, presenta i seguenti difetti, che vi illustro in questa mia recensione del Gruman Sputnik:

  1. Gradirei che le ghiere, esterna ed interna, fossero luminose, dato che è comunque un orologio da 200m, utilizzabile in acqua senza problemi.
  2. Preferisco la versione GMT vista sul sito a questo modello “solotempo” speditomi per la recensione; ritengo che 44mm per 3 sole lancette lascino una sensazione di vuoto nel quadrante. (Difatti io ho prenotato proprio il GMT con dial argentè).
  3. Avrei gradito che i toni di blu del quadrante e del rehaut interno fossero più simili; così ci sono troppe tonalità di colore con lievi viraggi tra loro che rendono meno armonico l’insieme. Ovviamente questo specifico “problema” riguarda solo il modello blu.
  4. 44mm sono una misura non adatta a tutti i polsi; spero che in futuro – come ha fatto anche Dan Henry – si possa sperare in un 40mm.
  5. Volendo fare il sofistico, mi sarebbe piaciuto un bel gommino – magari raccordato alle anse – come dotazione extra nonché la chiusura deployante sul pelle, in luogo dell’ardiglione attualmente presente.

PROMO SPECIALE PER I FORUMISTI/GRUPPI FB ITALIANI

Mi risulta abbiano attivato un codice sconto apposito per i clienti italiani “OROLOGI20” che consentirà ai primi 50 che lo ordineranno di avere un’ulteriore riduzione dal listino di cui sopra.
Saranno disponibili solo 50 pezzi scontati per il GMT + solo 50 pezzi scontati per il solotempo.
Il coupon potrà essere inserito formalizzando l’acquisto online.
Di più non saprei dirvi, in quanto queste info vengono da FB…


INFO & CONTATTI


NOTE FINALI

Siccome il sottoscritto NON è affiliato con Gruman, non sono in grado di rispondere alle Vs eventuali domande e/o curiosità, pertanto Vi invito a contattare direttamente Gruman tramite i canali ufficiali.

Le fotografie sono state scattate da Viola Cappelletti, con una Canon 5D / Mark IV, all’interno di un softbox fotografico, mentre gli scatti al polso sono stati fatti da me col mio cellulare Samsung S7. Non sono stati utilizzati filtri o color correction alle foto, per non alterare la percezione finale, mantenendo quindi i colori realistici.

Cari amici, avete gradito la lettura? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto!